Piazza Affari in rally segue le orme dell’Europa

(Teleborsa) – Brillante Piazza Affari assieme alle altre borse europee, in scia alla performance positiva di Wall Street, dopo una serie di dati macro positivi, come quello della fiducia dei consumatori e dell’indice Fed Richmond. Bene anche le indicazioni arrivate dal mercato immobiliare.

La giornata in Europa era stata povera di spunti in mattinata, fatto salvo il dato sul fatturato e gli ordini all’industria dell’Italia, che si è mostrato in forte calo.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,086. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,19%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo dell’1,74%.

In discesa lo spread, che retrocede a quota 176 punti base, con un decremento di 5 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento del 2,14%. 

Tra gli indici di Eurolandia sostenuta Francoforte, con un discreto guadagno dell’1,28%, Londra avanza dello 0,68%, e si muove in modesto rialzo Parigi, evidenziando un incremento dello 0,57%.

Segno più in chiusura per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dell’1,02%; sulla stessa linea, performance positiva per il FTSE Italia All-Share, che termina la giornata in aumento dello 0,91% rispetto alla chiusura di ieri. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (+0,06%); in moderato rialzo il FTSE Italia Star (+0,32%).

Il controvalore odierno degli scambi in Borsa di Milano resta attorno ai livelli della vigilia: dai dati di chiusura, risulta infatti che il controvalore totale è stato pari a 2,29 miliardi di euro, con una variazione dello 0,21%, rispetto ai precedenti 2,29 miliardi; i contratti si sono attestati a 257.041, rispetto ai precedenti 263.544.

A fronte dei 217 titoli trattati, 71 azioni hanno chiuso in ribasso. Per contro 136 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 10 azioni del listino italiano.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Materie prime (+7,68%), Chimico (+2,42%) e Automotive (+2,14%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono i petroliferi come Tenaris (+7,69%)e  Saipem (+6,46%), in scia alla rimonta del greggio.

Bene Fiat Chrysler (+2,90%) e Moncler (+2,24%), quest’ultima dopo il buon giudizio di HSBC. 

Fra i più forti ribassi si segnala Buzzi Unicem, che ha archiviato la seduta a -1,76%.

Contrazione moderata per Recordati, che soffre un calo dello 0,90%, dopo un downgrade.

Sottotono Terna che mostra una limatura dello 0,69%.

Piazza Affari in rally segue le orme dell’Europa