Piazza Affari in rally fa meglio del resto d’Europa

(Teleborsa) – Ottima giornata per Piazza Affari che resta la migliore in Europa, nonostante gli altri Eurolistini abbiano evidenziato performance generalmente positive. 

A dare un imput in più al mercato italiano hanno contribuito i dati del PIL, rivisto al rialzo da +0,2% a +0,4% su base congiunturale ed ai massimi dal 2010 per quanto concerne la crescita tendenziale. 

Dati positivi sono arrivati oggi anche dalla manifattura dell’Eurozona e, nel pomeriggio, per l’occupazione USA, che prelude a interventi più aggressivi della Fed sui tassi. La valuta europea si è infatti deprezzata contor il dollaro, con un cross Euro / Dollaro USA posizionatosi a 1,1212 (-0,28%).

Prevale la cautela sull’oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,42%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dell’1,43%.

In salita lo spread, che arriva a quota 193 punti base, con un incremento di 7 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,23%.

Nello scenario borsistico europeo performance modesta per Francoforte, che mostra un moderato rialzo dello 0,40%, resistente Londra, che segna un piccolo aumento dello 0,32%, mentre Parigi avanza dello 0,66%.

Brillante il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dello 0,99%; sulla stessa linea, giornata di guadagni per il FTSE Italia All-Share, che termina la giornata a 23.197 punti. In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,7%), come il FTSE Italia Star (1,0%).

Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,67 miliardi di euro, in calo del 40,12%, rispetto ai 4,45 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 286.462, rispetto ai 346.469 precedenti.

Su 216 titoli azionari trattati in Piazza Affari, 85 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 119. Invariate le rimanenti 12 azioni.

Buona la performance a Milano dei comparti Automotive (+3,17%), Immobiliare (+2,51%) e Alimentare (+2,12%). Il settore Tecnologico, con il suo -0,47%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, decolla Fiat Chrysler, con un importante progresso del 5,03%, in attesa dei dati sulle immatricolazioni in Italia. le vendite in USA sono scese ma sono anche sopra le attese.

In evidenza Atlantia, che mostra un fortissimo incremento del 3,43%, spinta dalle parole del numero uno di Abertis e da un upgrade.

Svetta Banco BPM che segna un importante progresso del 3,17%.

Vola Banca Generali, con una marcata risalita del 3,00%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Brembo, che ha archiviato la seduta a -1,27%.

Fiacca Unicredit, che mostra un piccolo decremento dello 0,71%.

Discesa modesta per STMicroelectronics, che cede un piccolo -0,68%.

Pensosa Saipem, con un calo frazionale dello 0,55%.

Piazza Affari in rally fa meglio del resto d’Europa