Piazza Affari in rally fa meglio del resto d’Europa

(Teleborsa) – Piazza Affari chiude con il vento in poppa facendo meglio delle altre piazze del Vecchio Continente, sostenuta dall’entusiasmo degli investitori per l’accordo raggiunto tra il Governo italiano e l’Unione europea sulla manovra tricolore.

Più cauto l’andamento odierno delle principali borse europee con gli occhi degli addetti ai lavori puntati sulla banca centrale americana. Scontato un ritocco all’insù dei tassi di interesse negli Stati Uniti, il quarto del 2018, che porterà il costo del denaro nel range 2,25%-2,5%. Una sfida al Presidente USA, Donald Trump, che più volte ha espresso la sua contrarietà (l’ultima volta ieri) alla stretta della Fed. I mercati guardano con molta attenzione alle parole del governatore Jerome Powell che interverrà in conferenza stampa, dopo l’annuncio sui tassi, alla ricerca di indicazioni per il prossimo anno.

Sul mercato Forex, lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,49%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,50%. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno del 2,90%.

In forte calo lo spread, che raggiunge +255 punti base (-15 punti base), con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona al 2,79%.

Nello scenario borsistico europeo giornata moderatamente positiva per Francoforte che sale di un frazionale +0,24%. Ben comprata Londra, che segna un forte rialzo dello 0,96%. Seduta senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,49%. Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo dell’1,59%.

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,9 miliardi di euro, in rialzo rispetto agli 1,71 miliardi della vigilia, mentre i volumi si sono attestati a 1,52 miliardi di azioni, rispetto ai 0,84 miliardi precedenti.

Tra i 215 titoli trattati, 62 hanno chiuso in ribasso, mentre 140 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso. Stabili i restanti 13 titoli.

alimentare (+3,09%), automotive (+2,32%) e assicurativo (+2,13%) in buona luce sul listino milanese. Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori chimico (-0,68%), telecomunicazioni (-0,53%) e tecnologia (-0,43%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Brembo, che mostra un forte aumento del 3,90%.

Decolla Saipem, con un importante progresso del 3,74%.

In evidenza Ferrari, che mostra un fortissimo incremento del 3,31%.

Svetta Campari che segna un importante progresso del 3,22%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Banca Mediolanum, che ha archiviato la seduta a -1,36%.

Tentenna Azimut, con un modesto ribasso dello 0,94%.

Giornata fiacca per STMicroelectronics, che segna un calo dello 0,74%.

Piccola perdita per Telecom Italia, che scambia con un -0,62%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, OVS (+22,27%), Tod’s (+9,70%), Geox (+7,17%) e Piaggio (+6,17%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su De’ Longhi, che ha chiuso a -4,24%.

Pessima performance per Danieli, che registra un ribasso del 2,29%.

Datalogic scende dell’1,66%.

Calo deciso per doBank, che segna un -1,48%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in rally fa meglio del resto d’Europa