Piazza Affari in pole rispetto agli altri Eurolistini

(Teleborsa) – Si scatenano gli acquisti a Piazza Affari, che sovraperforma rispetto alla buona giornata delle borse europee grazie all’ottima performance del comparto bancario.

Pieno di ordini per l’asta BOT a sei mesi, con i tassi scesi al minimo storico. 

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati, si attende dagli Stati Uniti la diffusione degli Ordini di Beni Durevoli, prevista questo pomeriggio alle 14:30 che, secondo gli analisti, sarà di 1%.
In USA verrà distribuito anche il dato Scorte petrolio alle 16:30 di questo pomeriggio.

Sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,47%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,33%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,12%.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a 168 punti base, con un calo di 3 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,14%.

Nello scenario borsistico europeo bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,51%, sostanzialmente tonica Londra, che registra una plusvalenza dello 0,34%, ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto.

Seduta positiva per il listino milanese, che mostra un guadagno dello 0,72% sul FTSE MIB.

Buona la performance a Milano dei comparti Chimico (+7,43%), Banche (+1,53%) e Tecnologico (+1,29%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione brillano le banche. Incandescente UBI Banca, che vanta un incisivo incremento del 3,16%. In primo piano Banco BPM, che mostra un forte aumento del 2,64%. Decolla Unicredit, con un importante progresso del 2,40%. In evidenza BPER, che mostra un fortissimo incremento del 2,08%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Moncler, che arretra dello 0,95% dopo la bocciatura di Deutsche Bank. Sottotono Snam che mostra una limatura dello 0,77%. Dimessa Recordati, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Fiacca Italgas, che mostra un piccolo decremento dello 0,58%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Saras (+5,79%), Piaggio (+2,87%), Cementir (+2,70%) e Sogefi (+2,47%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su OVS, che prosegue le contrattazioni con un -3,33%: Coin ha avviato un collocamento accelerato del 12,3% del capitale. Scivola FILA, con un netto svantaggio dell’1,12%. In rosso Hera, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,10%. Discesa modesta per Cairo Communication, che cede un piccolo -0,89%. Ferma al palo Fincantieri +0,39% in attesa di qualche novità sul dossier Stx.

Piazza Affari in pole rispetto agli altri Eurolistini