Piazza Affari in lieve rialzo. Debole il resto d’Europa

(Teleborsa) –

Gira in positivo la seduta finanziaria di Piazza Affari mentre i listini azionari europei si mostrano deboli dopo il discorso sullo Stato dell’Unione del presidente americano Donald Trump.

Cresce l’attesa per la pubblicazione da parte del Fondo Monetario Internazionale del rapporto annuale sull’Italia.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,139. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,25%. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 53,66 dollari per barile, in forte calo dell’1,65%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +264 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,81%.

Tra i mercati del Vecchio Continente tentenna Francoforte, che cede lo 0,49%, piatta Londra, che tiene la parità, sostanzialmente debole Parigi, che registra una flessione dello 0,24%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,33%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata lunedì scorso.

Si distinguono a Piazza Affari i settori chimico (+1,92%), bancario (+1,84%) e tecnologia (+1,59%). Nel listino, i settori assicurativo (-0,71%) e petrolio (-0,67%) sono tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unicredit (+3,23%), UBI Banca (+2,35%), STMicroelectronics (+1,88%) e Juventus (+1,84%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Generali Assicurazioni, che continua la seduta con -1,08%. Si muove sotto la parità Terna, evidenziando un decremento dello 0,78%. Contrazione moderata per Snam, che soffre un calo dello 0,72%. Sottotono ENI che mostra una limatura dello 0,68%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Biesse (+4,20%), RCS (+3,77%), OVS (+3,64%) e Aquafil (+2,57%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Gima TT, che prosegue le contrattazioni a -1,34%. Saras scende dell’1,30%. Deludente Aeroporto di Bologna, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Fiacca Maire Tecnimont, che mostra un piccolo decremento dello 0,72%.

Sul listino completo in luce Astaldi +6,54%, in attesa delle proposte di salvataggio.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in lieve rialzo. Debole il resto d’Europa