Piazza Affari in cima all’Europa nel giorno della BCE

(Teleborsa) – Si chiude all’insegna della prudenza il bilancio nel Vecchio Continente mentre si distingue la performance positiva mostrata Piazza Affari. A dare vigore le parole di Mario Draghi. Il numero uno della BCE si è mostrato più ottimista sulla crescita globale.

Sul valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,02%. L’Oro si mostra sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,08%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla del 2,67%, scendendo fino a 51,08 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 160 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,97%.

Tra gli indici di Eurolandia Francoforte è stabile e riporta un misero -0,02%. Discesa modesta per Londra che cede lo 0,54%. Pensosa Parigi con un calo frazionale dello 0,25%.

Piazza Affari archivia la giornata con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,69%, proseguendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata martedì scorso. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share  che procede a piccoli passi, avanzando a 21.281 punti.

Tra i best performers di Milano, si distingue UBI Banca (+7,33%). Il titolo ha brillato dopo l’acquisto delle tre good bank.

Brilla Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+5,41%), Fiat (+4,81%) e Banco BPM (+4,20%).

In salita Mediaset. L’AD Pier Silvio Berlusconi ha sottolineato che da Vivendi  non è arrivata alcuna proposta e che nel caso arrivi e crei valore verrà valutata.

I più forti ribassi, invece, si sono abbattuti su Yoox, che ha archiviato la seduta a -5,05%.

Vendite a piene mani su Luxottica, che soffre un decremento del 2,75%.

Preda dei venditori Prysmian, con un decremento dell’1,49%.

Venduta Banca Mediolanum che archivia con un calo dell’1,27%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in cima all’Europa nel giorno della BCE