Piazza Affari in calo insieme all’Europa

(Teleborsa) – Continua all’insegna della cautela la giornata delle borse europee con Piazza Affari che si allinea alla debolezza dell’Europa. Sotto i riflettori rimangono le trimestrali in Italia con ENI che vede un ritorno all’utile.

Dal fronte macroeconomico, in Francia, si ridimensiona il deficit delle partite correnti, mentre mostra un deciso rimbalzo la produzione industriale e manifatturiera. In Italia l’industria cresce a passo lento.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,087. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,30%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 46,43 dollari per barile.

Tra i listini europei nulla di fatto per Francoforte che scivola dello 0,06%. In lieve rialzo Londra (+0,34%). Senza slancio Parigi, che lima dello 0,06%. In lieve calo il FTSE MIB  che scivola dello 0,16%. Sulla stessa linea  il FTSE Italia All-Share che cede lo 0,22%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Campari che mostra un forte aumento del 4,68% sulla scia dei conti e dei broker. 
Decolla Banca Mediolanum con un importante progresso del 2,81% grazie alla trimestrale

In rosso Saipem che registra un ribasso dello 0,48% dopo essersi aggiudicata un nuovo contratto per lo sviluppo del giacimento in Guyana.

Lieve salita per ENI  (+0,20%) grazie ai  buoni conti.

In lieve salita Unicredit (+0,13%).

I più forti ribassi, invece, si abbattono su BPER (-5,78%).

Preda dei venditori Moncler con un decremento dell’1,62%.

Si concentrano le vendite su Banca Generali, che soffre un calo dell’1,06%.

Piazza Affari in calo insieme all’Europa