Piazza Affari in caduta con gli altri Eurolistini

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre borse europee, che hanno risentito fra le altre cose dell’andamento debole di Wall Street, a dispetto di una serie di positive indicazioni di carattere macroeconomico.

Nel pomeriggio, il PIL USA è risultato sopra le attese ma il dato non è riuscito ad imprimere una direzione positiva al mercato. Neanche l’impatto del rally del greggio sul settore energy ha potuto cambiare la direzione delle borse, che scontavano un certo malumore per effetto delle dichiarazioni del membro della BCE, Vitor Constancio, che ha aperto all’exit strategy in UE.

L’Euro / Dollaro USA infatti si è apprezzato (+0,37%). L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,34%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,85%.

In salita lo spread, che arriva a quota 170 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,15%.

Nello scenario borsistico europeo in caduta libera Francoforte, che affonda dell’1,83%, piccola perdita per Londra, che chiude con un -0,51%, pesante Parigi, che segna una discesa di ben -1,88 punti percentuali.

Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che lascia sul terreno l’1,63%; sulla stessa linea, giornata da dimenticare per il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 22.878 punti, ritracciando dell’1,65%. In netto peggioramento il FTSE Italia Mid Cap (-1,99%), come il FTSE Italia Star (-2,1%).

Al termine della seduta della Borsa di Milano, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,29 miliardi di euro, in rialzo del 10,64% rispetto ai precedenti 2,97 miliardi.

Tra i 221 titoli scambiati sul listino milanese, 44 azioni hanno chiuso la seduta odierna in rialzo, mentre 169 hanno portato a casa una flessione. Poco variate le restanti 8 azioni.

In luce sul listino milanese il comparto Materie prime, con un +0,79% sul precedente. Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Sanitario (-2,98%), Vendite al dettaglio (-2,90%) e Automotive (-2,87%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano troviamo ancora le banche: Banco BPM (+3,45%) e UBI Banca (+2,38%).

Il caro greggio fa bene a Tenaris (+0,82%).

La peggiore è CNH Industrial, che ha archiviato la seduta in ribasso del 3,63%.

Seduta drammatica per Brembo, che crolla del 3,38%.

Sensibili perdite per Recordati, in calo del 3,37%.

In apnea Exor, che arretra del 3,29%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in caduta con gli altri Eurolistini