Piazza Affari guida i rialzi in un’Europa cauta

(Teleborsa) – Gira in positivo la seduta finanziaria di Piazza Affari, che si colloca in pole position tra i listini azionari europei che si mostrano più cauti, dopo il calo delle borse asiatiche e dei listini azionari statunitensi penalizzati dai nuovi rialzi dei tassi sui titoli di Stato americani.

Sul mercato valutario, lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,23%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.683,2 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 60,56 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +96 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,68%.

Tra i listini europei Francoforte è stabile, riportando un moderato -0,14%, tentenna Londra, che cede lo 0,40%, e andamento cauto per Parigi, che mostra una performance pari a -0,19%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,44%, proseguendo la serie positiva iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 26.924 punti.


Risultato positivo a Piazza Affari per i settori utility (+2,43%), media (+1,95%) e tecnologia (+1,37%).

Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti telecomunicazioni (-4,77%), bancario (-2,02%) e servizi finanziari (-2,02%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ottima performance per Buzzi Unicem, che registra un progresso del 2,71%.

Exploit di Exor, che mostra un rialzo del 2,27%.

Su di giri Ferrari (+2,34%).

Denaro su Telecom Italia, che registra un rialzo dell’1,37%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su BPER, che ottiene -1,53%.

Sostanzialmente debole Banco BPM, che registra una flessione dello 0,56%.

Si muove sotto la parità Banca Mediolanum, evidenziando un decremento dello 0,56%.

Contrazione moderata per Moncler, che soffre un calo dello 0,55%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Piaggio (+4,05%), Autogrill (+2,93%), SOL (+2,76%) e Maire Tecnimont (+2,17%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Saras, che ottiene -6,90%.

Spicca la prestazione negativa di doValue, che scende dell’1,52%.

Banca Popolare di Sondrio scende dell’1,29%.

Calo deciso per Alerion Clean Power, che segna un -1,17%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari guida i rialzi in un’Europa cauta