Piazza Affari guida i rialzi del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Giornata di acquisti a Piazza Affari, nel giorno in cui la Commissione europea deciderà o meno se avviare una procedura d’infrazione contro l’Italia mentre in Europa si procede con la nomina del Presidente del Parlamento europeo.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione a 1,1297. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.424 dollari l’oncia. In aumento il prezzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 56774 dollari per barile (+0,92%).

Lo Spread tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco si riduce, attestandosi a +207 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,69%.

Tra gli indici di Eurolandia Francoforte registra un aumento dello 0,67%, Londra un progresso dello 0,75% e Parigi un rialzo dello 0,67%.

Brilla il listino milanese, che mostra un guadagno dell’1,73% sul FTSE MIB, continuando la scia rialzista evidenziata da cinque guadagni consecutivi innescata giovedì scorso.

In luce sul listino milanese i comparti automotive (+2,30%), utility (+2,23%) e sanitario (+2,06%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Atlantia (+3,26%), FinecoBank (+3,23%), Amplifon (+3,20%) e FCA (+2,99%).

In lieve calo invece Prysmian -0,55%, STM -0,40% e Saipem -0,34%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, CIR (+3,38%), Falck Renewables (+3,02%) e Anima (+2,84%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Tamburi -0,51%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari guida i rialzi del Vecchio Continente