Piazza Affari gira in rosso con le altre borse. Lusso ancora in primo piano

(Teleborsa) – Si è esaurito subito il rimbalzo dei mercati europei, che hanno girato in rosso dopo un rimbalzino iniziale. A pesare sulle borse sono ancora le preoccupazioni di una frenata dell’economia internazionale e degli impatti che ciò potrebbe avere sull’economia europea. 

Stamattina sono giunti positivi dati macro dall’Asia, relativamente agli ordini in Giappone ed all’inflazione in Cina, ma il dato sull’export della Germania è apparso alquanto deludente ed ha messo di malumore i mercati.

Prosegue il rimbalzo del petrolio, che scambia in rialzo dell’1,5% attorno ai 38 dollari al barile, sui minimi storici. Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,0938. 

Invariato lo spread, che si posiziona a 98 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,55%.

Tra le principali Borse europee, preda dei venditori Francoforte, con un decremento dello 0,70%, tentenna Londra, che cede lo 0,23%, male Parigi, che soffre un calo dello 0,74%. Si muove in frazionale ribasso anche Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,51%.

In cima alla classifica delle Blue-Chips restano i petroliferi: Saipem mantiene un rialzo dell’1,63%.

Si ravviva il lusso, grazie anche alla notizia della vendita del marchio italiano di calzature Sergio Rossi a Investindustrial. Sul Listino di Piazza Affari brillano sia Salvatore Ferragamo (+1,26%) sia  Tod’s (+0,60%).

La peggiore al momento è Mediaset, che flette del 2,63%.

Deboli le banche popolari, con Banca Popolare dell’Emilia Romagna che arretra del 2,60%, Banca Popolare di Milano del 2,44% e Banca Mps del 2,20%.

Piazza Affari gira in rosso con le altre borse. Lusso ancora in primo&...