Piazza Affari fanalino di coda in Europa

(Teleborsa) – Piazza Affari chiude la giornata in rosso e in coda ai principali listini europei che mostrano perdite più moderate. A pesare la bocciatura da parte della Commissione europea alla manovra italiana. Negativo anche il mercato USA che paga la giornata di paura negli Stati Uniti, dopo che dopo che due ordigni potenzialmente esplosivi sono stati recapitati nella posta degli uffici di Hillary Clinton e Barack Obama.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,14. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.229,2 dollari l’oncia. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 66,43 dollari per barile, in forte calo del 4,22%.

Lo Spread peggiora, toccando i 321 punti base, con un aumento di 8 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,60%.

Tra gli indici di Eurolandia preda dei venditori Francoforte, con un decremento dello 0,73%, andamento cauto per Londra, che mostra una performance pari a +0,11%, e contrazione moderata per Parigi che soffre un calo dello 0,29%.

Pioggia di vendite sul listino milanese, che termina con una pesante flessione dell’1,69%: il FTSE MIB prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata mercoledì scorso, di sei ribassi consecutivi; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share è crollato dell’1,57%. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap che mostra un calo dello 0,66%, come il FTSE Italia Star (-1,3%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, effervescente Saipem, con un progresso del 6,35%. Il Gruppo ha alzato il velo sui conti di bilancio e confermato le stime per il 2018. Incandescente Moncler che vanta un incisivo incremento del 2,29%. Tonica Luxottica che mostra un progresso dello 0,80%. Composta Atlantia che cresce di un +0,57%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su STMicroelectronics che ha archiviato la seduta a -10,16%, nonostante i buoni risultati del trimestre.

Vendite a piene mani sulle banche. Banco BPM soffre un decremento del 4,76%. Pessima performance per UBI Banca che registra un ribasso del 4,14%. Giornata no per Poste Italiane, che lascia sul tappeto una perdita del 4,03%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Piaggio (+4,22%), Italmobiliare (+4,07%), ASTM (+3,11%) e doBank (+2,86%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Danieli, che ha chiuso a -13,59%. In caduta libera Juventus, che affonda dell’8,49%. Pesante Carel Industries, che segna una discesa di ben -6,04 punti percentuali. Seduta drammatica per Banca MPS, che crolla del 5,58%.

Piazza Affari fanalino di coda in Europa