Piazza Affari fa peggio delle altre borse. Molta cautela e attenzione alle trimestrali

(Teleborsa) – Esordio poco mosso per le borse europee e Piazza Affari, che non si allinea all’andamento moderatamente positivo degli altri Eurolistini e risente della debolezza dei titoli bancari.

In uno scenario dominato da tensioni geopolitiche e dall’incertezza delle previsioni economiche, l’attenzione degli operatori di borsa è tutta concentrata, in cerca di direzione, sui risultati trimestrali delle società europee ed americane, in calendario in questi giorni.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,21%. Invariato lo spread, che si posiziona a 127 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,23%.

Tra gli indici di Eurolandia, giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,46%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,33%, piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,32%. Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 16.656 punti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano c’è ancora Saipem (+2,21%).

Bene anche Recordati (+1,24%) e Luxottica (+0,82%).

Le più forti vendite sono su Tenaris, che flette del 3,02%.

Nel comparto bancario viaggia in controtendenza Intesa Sanpaolo (+1,04%). Sotto pressione Banca MPS, con un forte ribasso dell’1,61%. Soffrono anche Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che evidenzia una perdita dell’1,24% e Unipol, che segna un -1,24%.

Piazza Affari fa peggio delle altre borse. Molta cautela e attenzione ...