Piazza Affari corre con le banche. In calo lo Spread

(Teleborsa) – Partenza positiva per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che tentano il rimbalzo dopo le perdite di venerdì e nonostante l’andamento negativo dei Listini asiatici.

Scarna l’agenda macroeconomica mentre domani saranno rilasciate le statistiche sul PIL dell’Italia, della Francia e della Zona euro.

Intanto l’Italia continua ad essere osservata speciale per via della bocciatura della Manovra da parte di Bruxelles. VenerdìStandard & Poor’s non ha declassato il rating tricolore, peggiorando però l’outlook a “negativo”. Grande attesa per l’asta di BOT che si terrà in mattinata.

Sul valutario nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,141. Tra le commodities, prevale la cautela sull’oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,22% mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) segna un leggero calo dello 0,52%.

Lo Spread migliora, toccando i 300 punti base, con un calo di 11 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,35%.

Tra gli indici di Eurolandia piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,63%. Avvio di giornata moderatamente positivo per Londra, che sale di un frazionale +0,53%, mentre scivola Parigi, che accusa un calo dell’1,29%.

A Piazza Affari il FTSE MIB corre con un balzo dell’1,69%; sulla stessa linea, corre il FTSE Italia All-Share fino a 20.898 punti. In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+1,19%), come il FTSE Italia Star (1,1%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori bancario (+2,93%), telecomunicazioni (+1,98%) e servizi finanziari (+1,64%). Il settore immobiliare, con il suo -0,78%, si attesta come peggiore del mercato.

Tutte banche tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari grazie alle parole del Ministro dell’Economia Giovanni Tria che ha parlato di “Istituti solidi”. Volano Banco BPM +4,49%, UBI Banca +3,50%, BPER +3,37%, Mediobanca +3,30%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione vola Ansaldo (+8,97%) dopo che Hitachi ha rilevato la quota della società in mano a Elliott annunciando il conseguente lancio di un’OPA totalitaria.

Ottime Banca MPS (+4,16%), Cerved Group (+3,23%) e Banca Ifis (+3,20%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Beni Stabili, che ottiene -1,36%.

Piazza Affari corre con le banche. In calo lo Spread