Piazza Affari chiude la giornata in rosso e fa peggio degli Eurolistini

(Teleborsa) – L’azionario europeo chiude la seduta in rosso. Piazza Affari segue la scia negativa dei principali Eurolistini.

Dall’altra parte dell’oceano, a Wall Street l’indice S&P-500 segna un aumento dello 0,21%. I riflettori di oggi sono stati puntati sul PIL americano che ha sorpreso in positivo  mostrando una robusta crescita dell’economia a  stelle e strisce.

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA che avanza a quota 1,093. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.267,7 dollari l’oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,38%.

Sale lo spread, attestandosi a 143 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,59%.

Tra gli indici di Eurolandia discesa modesta per Francoforte che cede lo 0,19%. Trascurata Londra che resta incollata sui livelli della vigilia con un +0,14%. Seduta senza slancio per Parigi che riflette un moderato aumento dello 0,33%.

Piazza Affari chiude al ribasso. Il FTSE MIB lascia sul parterre lo 0,59%. Sulla stessa linea cede alle vendite il FTSE Italia All-Share che retrocede a 18.986 punti. 

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Tecnologico (+3,98%), Chimico (+1,20%) e Beni personali e casalinghi (+0,46%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Petrolifero (-2,13%), Assicurativo (-1,78%) e Sanitario (-1,70%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione incandescente STMicroelectronics che vanta un incisivo incremento del 5,51% grazie alla buona trimestrale dei giorni scorsi.

Buona performance per Cnh Industrial che cresce del 2,16%.

Sostenuta Luxottica che archivia con un discreto guadagno dell’1,71%.

Buoni spunti su Mediobanca che mostra un ampio vantaggio dell’1,15% grazie ai conti del primo trimestre. Pesante la discesa di Carige  -8,13% dopo il pressing della BCE sulla riduzione dei crediti deteriorati.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca MPS -che chiude con un -3,66%.

Lettera su Recordati che registra un importante calo del 3,14%, all’indomani dei conti trimestrali .

Tonfo di Saipem, che mostra una caduta del 2,40%. In calo anche ENI  dopo aver ampliato il rosso nel trimestre. 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari chiude la giornata in rosso e fa peggio degli Eurolistin...