Piazza Affari chiude in rosso e si allinea alla cautela delle altre Euroborse

(Teleborsa) – Piazza Affari si indebolisce nel pomeriggio e chiude in rosso con le altre Borse europee. La giornata ha visto i mercati scegliere la strada della cautela, in risposta al progressivo indebolimento del dollaro e nonostante l’avanzata delle forze centriste e filo europeiste alle Presidenziali francesi.

Occhi puntati anche sulla riunione Ecofin a Bruxelles, dove il Ministro Padoan ha avuto un bilaterale “costruttivo” con il commissario UE alla concorrenza Margrethe Vestager sul tema delle banche.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA mostra un rialzo dello 0,52%. L’Oro è in aumento (+1,29%) a 1.243,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 48,31 dollari per barile.

In discesa lo spread, che retrocede a quota 184 punti base, con un decremento di 8 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento del 2,30%.

Tra le principali Borse europee in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,75%, in perdita Londra, che chiude con un -0,69%, vicino alla parità Parigi (-0,19%). Il listino milanese archivia la seduta sottotono, con il FTSE MIB che lima lo 0,25%, mentre rimane intorno alla linea di parità il FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 21.943 punti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,48%), come il FTSE Italia Star (0,4%).

A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,33 miliardi di euro, con un incremento di ben 1.037,1 milioni di euro, pari al 45,33% rispetto ai precedenti 2,29 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,68 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,98 miliardi di azioni.

Su 217 titoli trattati in Borsa di Milano, 110 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 102. Invariate le rimanenti 5 azioni.

In buona evidenza a Milano i comparti Utility (+0,70%), Chimico (+0,50%) e Petrolifero (+0,49%). Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Tecnologico (-3,43%), Automotive (-2,33%) e Vendite al dettaglio (-2,17%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono i bancari come Banco BPM (+3,25%) e BPER (+3,00%).

Brillanti anche Atlantia (+1,65%) e Snam (+1,03%).

La peggiore è STMicroelectronics, che ha terminato le contrattazioni a -4,25%.

Pesante Fiat Chrysler, che segna una discesa di ben -3,79 punti percentuali, dopo che l’Ad Sergio margionne ha parlato di un 1° trimestre in linea con la guidance. Al seguito CNH Industrial, che chiude in calo del 2,70%.

Seduta drammatica per Yoox, che crolla del 3,01%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari chiude in rosso e si allinea alla cautela delle altre Eu...