Piazza Affari chiude in forte rialzo. E’ la migliore in Europa grazie ai titoli oil

Le borse europee chiudono in deciso rialzo la seduta assieme a Piazza Affari, dopo aver accelerato nel corso del pomeriggio, dietro al progressivo miglioramento di Wall Street. Nel frattempo sulla piazza americana l’indice S&P-500 continua a muoversi sui massimi, in rialzo dello 0,61%.

A rendere prudenti le borse è l’attesa del FOMC, che annuncerà stasera le decisioni di politica monetaria della Fed, anche se si attende un sostanziale nulla di fatto. Giornata ricca sotto il profilo societario, essendo in agenda molti risultati trimestrali, sia in Europa che in Italia. 

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,34%. L’Oro, in aumento (+0,94%), raggiunge 1.178,1 dollari l’oncia. Deciso rialzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (+5,83%), che raggiunge 45,72 dollari per barile.

Torna a scendere lo spread, attestandosi a 96 punti base, con un calo di 4 punti base,mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,40%.

Tra i listini europei, sostenuta Francoforte, con un discreto guadagno dell’1,31%, buoni spunti su Londra, che mostra un ampio vantaggio dell’1,14%, e ben impostata Parigi, che mostra un incremento dello 0,90%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB ha terminato la giornata con un aumento dell’1,41%, a 22.686 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share guadagna l’1,31% rispetto alla seduta precedente, chiudendo a 24.325 punti. Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,62%); pressoché invariato il FTSE Italia Star (+0,1%).

A Milano il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,02 miliardi di euro, in calo dell’11,16%, rispetto ai 3,4 miliardi della vigilia; per quanto concerne i volumi, questi si sono attestati a 0,78 miliardi di azioni, rispetto ai 1,18 miliardi precedenti.

A fronte dei 224 titoli trattati sulla piazza milanese, 92 azioni hanno chiuso in calo, mentre 122 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 10 azioni del listino italiano.

Buona la performance a Milano dei comparti Materie prime (+3,17%), Petroliferi (+2,56%) e Vendite al dettaglio (+2,35%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si sono manifestati nel comparto Automotive, che ha riportato una flessione di -1,75%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta Saipem che segna un importante progresso del 10,89%,  dopo il riassetto e la cessione della quota in possesso della controllante Eni al Fondo Strategico Italiano. 

Vola Banca Mps, con una marcata risalita del 4,26%, dopo che la Fondazione ha detto di aver chiesto i danni agli ex vertici ed a Nomura per lo scandalo. 

Sempre grande appeal su  YOOX NET-A-PORTER, che chiude con un forte incremento del 3,5%, proseguendo il movimento rialzista dell’ultimo periodo. 

Ottima performance per Tenaris, che registra un progresso del 3,22%.

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Fiat Chrysler Automobiles, che ha archiviato la seduta a -2,18%, dopo la pubblicazione della trimestrale: qualcuno parla di delusione per la chiusura dei conti in rosso a causa degli accantonamenti, ma gioca anche un effetto selling on news.

Piazza Affari chiude in forte rialzo. E’ la migliore in Europa g...