Piazza Affari chiude in denaro e svetta in Europa

(Teleborsa) – Ottima giornata per la Borsa milanese che fa meglio degli altri  listini europei, anche per effetto della decisione di Moody’s di far slittare la revisione rating a dopo il DEF.

Più in generale, i mercati hanno tratti vantaggio da un clima positivo a Wall Street, per effetto della ripresa dei colloqui USA-Cina sul commercio. Occhi puntati anche sulla Fed, che domani pubblicherà le Minutes dell’ultimo incontro di politica monetaria, mentre si abbattono ancora critiche del Presidente Trump all’ultimo rialzo dei tassi.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,153. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.189,3 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 66,15 dollari per barile.

Scende lo spread, attestandosi a 263 punti base, con un calo di 11 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento del 2,96%.

Tra le principali Borse europee seduta buona per Francoforte, che riflette un moderato aumento dello 0,43%, pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,34%, piccolo passo in avanti per Parigi, che mostra un progresso dello 0,54%.

Pioggia di acquisti sul listino milanese, che porta a casa un guadagno dell’1,53% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, chiude in corsa il FTSE Italia All-Share, che termina gli scambi a 23.025 punti. In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+1,34%), come il FTSE Italia Star (1,1%). Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,64 miliardi di euro, dai 1,61 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 0,55 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,65 miliardi.

A fronte dei 222 titoli trattati, 39 azioni hanno chiuso in ribasso. Per contro 162 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 21 azioni del listino italiano.

In buona evidenza a Milano i comparti viaggi e intrattenimento (+3,75%), bancario (+2,57%) e costruzioni (+1,94%). Nel listino, i settori alimentare (-1,38%) e chimico (-0,57%) sono stati tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+6,97%), grazie a due importanti contratti internazionali.

Bene le banche con UBI Banca (+4,07%) ed Intesa Sanpaolo (+3,39%) e Poste Italiane (+3,17%).

In denaro Atlantia, che recupera un +2,5%, nel giorno del CdA di Autostrade che ha approvato il piano Castellucci.

Fra i più forti ribassi si segnala Campari, che ha archiviato la seduta a -1,61%.

Tentenna Moncler, con un modesto ribasso dello 0,97%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari chiude in denaro e svetta in Europa