Piazza Affari chiude in denaro assieme alle altre borse europee

(Teleborsa) – Piazza Affari chiude in rally assieme alle altre borse europee dopo aver mostrato una certa volatilità ed un po’ di incertezza in mattinata. Il mercato ha accelerato nel corso del pomeriggio dietro Wall Street. , dopo aver risentito stamattina della raffica di sospensioni sui titoli bancari.

Giornata ricca di dati macro, con una deflazione che non molla la presa sull’Italia. 

Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,25%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.319 dollari l’oncia. Profondo rosso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 48,73 dollari per barile, in netto calo del 2,31%.

Lo Spread migliora, toccando i 147 punti base, con un calo di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,34%.

Tra gli indici di Eurolandia, buona performance per Francoforte, che cresce dello 0,71%, in primo piano Londra, che mostra un forte aumento del 2,27%, sostenuta Parigi, con un discreto guadagno dell’1%.

Chiusura in forte rialzo per la Borsa milanese, con il FTSE MIB, che mette a segno un guadagno dell’1,57%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata martedì scorso; sulla stessa linea, balzo del FTSE Italia All-Share, che archivia la giornata a 17.775 punti. In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+1,11%), come il FTSE Italia Star (1,5%).

Al termine della seduta della Borsa di Milano, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,29 miliardi di euro, in rialzo del 7,29% rispetto ai precedenti 3,07 miliardi; mentre i contratti si sono attestati a 389.091, rispetto ai precedenti 364.466, mentre i volumi scambiati sono passati da 1,5 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,74 miliardi.

Tra i 218 titoli scambiati sul listino milanese, 131 azioni hanno chiuso la seduta odierna in rialzo, mentre 72 hanno portato a casa una flessione. Poco variate le restanti 15 azioni.

In luce sul listino milanese i comparti Utility (+2,41%), Vendite al dettaglio (+2,31%) e Banche (+2,17%). Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti Beni personali e casalinghi (-2,14%), Media (-1,48%) e Telecomunicazioni (-0,72%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Prysmian (+6,45%), Mediolanum (+5,23%), Buzzi Unicem (+5,09%) e A2A (+4,53%).

Le più forti vendite si sono abbattute su Luxottica, che ha terminato le contrattazioni a -4,40%.

In apnea Mediaset, che arretra del 3,27%.

Tonfo di Banca MPS, che mostra una caduta del 2,44%.

Lettera su Azimut, che registra un importante calo del 2,01%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari chiude in denaro assieme alle altre borse europee