Piazza Affari chiude in cima agli Eurolistini

(Teleborsa) – Dopo la chiusura in rosso registrata venerdì 26 ottobre, le Borse europee terminano con variazioni positive la prima sessione settimanale. Piazza Affari, dopo loscampato downgrade da parte di Standard & Poor’se le rassicurazioni del Governo sulle banche, segna la miglior performance tra gli indici del Vecchio Continente e guadagna quasi due punti percentuali. Anche Wall Street rimbalza dopo le perdite della settimana precedente,avviando le contrattazioni con segno più.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,138. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.229,1 dollari l’oncia. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,38%.

Scende molto lo spread, raggiungendo 290 punti base, con un deciso calo di 20 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona al 3,28%.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte avanza dell’1,20%, sotto pressione Londra, con un forte ribasso dello 0,92%, e giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,44%.

A Milano, chiude in deciso rialzo il FTSE MIB (+1,91%), che raggiunge i 19.040 punti; sulla stessa linea, chiude in corsa il FTSE Italia All-Share, che termina gli scambi a 20.954 punti. Ottima la prestazione del FTSE Italia Mid Cap (+2,53%), come il FTSE Italia Star (3,2%).

In Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,28 miliardi di euro, dai 2,26 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 1,28 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,81 miliardi.

222 sono le azioni scambiate: tra queste, 36 titoli hanno chiuso in rosso, mentre 171 azioni hanno terminato in territorio positivo. Invariate le altre 15 azioni del listino milanese.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori chimico (+4,99%), telecomunicazioni (+4,43%) e bancario (+3,61%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri STMicroelectronics (+5,62%).

Acquisti a piene mani su Banco BPM, che vanta un incremento del 5,01%.

Effervescente BPER, con un progresso del 4,41%.

Incandescente Telecom Italia, che vanta un incisivo incremento del 4,36%.

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Leonardo, che ha chiuso con un -1,85%.

Soffre Moncler, che evidenzia una perdita dell’1,42%.

Sostanzialmente debole Luxottica, che registra una flessione dello 0,58%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Ansaldo (+8,97%), Credem (+8,19%), Datalogic (+7,77%) e Banca MPS (+7,62%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Danieli, che ha chiuso con un -2,02%. Preda dei venditori Geox, con un decremento dell’1,96%. Si concentrano le vendite su De’ Longhi, che soffre un calo dell’1,60%.

Piazza Affari chiude in cima agli Eurolistini