Piazza Affari chiude in cima agli Eurolistini

(Teleborsa) – Chiusura al ribasso per le principali borse europee. I listini di Eurolandia si sono indeboliti dopo che la BCE ha lasciato invariati i tassi di interesse. I commenti del governatore Mario Draghi hanno contribuito a dare una spinta al ribasso . 

Piazza Affari si mette in evidenza e chiude in rialzo e in cima al Vecchio Continente.

Dall’altra parte dell’oceano Wall Street si muove al ribasso. Il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,25%, cede alle vendite l’indice S&P-500, che retrocede a 2.182 punti. Poco sotto la parità il Nasdaq 100 (-0,46%), dopo che la Fed ha confermato una crescita dell’economia americana “moderata”.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,21%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,37%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo del 3,65%. Tra i mercati del Vecchio Continente, sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dello 0,72%, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia, e tentenna Parigi, con un ribasso dello 0,34%.

Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che termina a 17.376 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 19.046 punti. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,08%); leggermente negativo il FTSE Italia Star (-0,39%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Banca MPS (+3,65%) nel giorno del CdA. Il titolo è stato sostenuto dalla promozione da “underweight” a “equalweight” di Morgan Stanley.

Chiude in corsa Salvatore Ferragamo (+4,27%).

Fa bene A2A (+1,95%) dopo aver riassunto gli obiettivi del Piano congiunto del Gruppo LGH, e Unicredit (+2,06%). Rimane ai nastri di partenza Terna che ha annunciato una commessa in Uruguay.

Freccia verde anche per Banca Mediolanum +2,25%, dopo i dati di agosto sulla raccolta.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Campari. 

Calo deciso per Ferrari, che segna un -1,53%. In retromarcia Fiat Chrysler Automobiles, con un forte ribasso dell’1,22%. 

Poste scivola dello 0,31%, mentre si parla di un possibile interesse per Pioneer.

Sul listino completo bene Astaldi +0,72% che ha formalizzato la cessione di A4 ad Abertis.

Piazza Affari chiude in cima agli Eurolistini
Piazza Affari chiude in cima agli Eurolistini