Piazza Affari chiude con il segno meno in fondo agli Eurolistini

(Teleborsa) – Chiusura in territorio decisamente negativo per i principali listini europei, con Piazza Affari che si conferma l’indice peggiore. Andamento al ribasso anche per Wall Street, che si avvicina a metà seduta mostrando variazioni negative.

Buone notizie oggi dall’asta dei titoli di Stato italianicon rendimento a 5 e 10 anni, che hanno fatto il pieno di vendite, a conferma che i BTP italiani non spaventano gli investitori. Dal fronte macroeconomico europeo, in Germania i prezzi import di luglio crescono meno del previsto, mentre la disoccupazione rimane ferma ai minimi storici. Si conferma stabile l’inflazione in Spagna.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,171. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,52%. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,27%.

Torna a salire lo spread, attestandosi a 285 punti base, con un aumento di 12 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,19%.

Tra le principali Borse europee giornata fiacca per Francoforte, che segna un calo dello 0,55%, piccola perdita per Londra, che scambia con un -0,64%, e tentenna Parigi, che cede lo 0,38%.

Giornata “no” per la Borsa italiana, in flessione dell’1,28% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, perde terreno il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 22.750 punti, ritracciando dell’1,03%. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,21%; sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,01%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori chimico (+0,63%) e sanitario (+0,45%). Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti materie prime (-5,71%), telecomunicazioni (-2,43%) e costruzioni (-2,10%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, effervescente Brembo, con un progresso del 2,60%.

Guadagno moderato per Saipem, che avanza dello 0,88%.

Piccoli passi in avanti per Pirelli, che segna un incremento marginale dello 0,77%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Tenaris, che ottiene -5,79%.

In apnea BPER, che arretra del 3,58%.

Tonfo di Telecom Italia, che mostra una caduta del 3,25%.

Lettera su Banca Generali, che registra un importante calo del 3,07%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Rai Way (+3,12%), Interpump (+2,93%), Biesse (+2,10%) e Tod’s (+1,90%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Piaggio, che chiude le contrattazioni a -4,17%.

Affonda IREN, con un ribasso del 3,47%.

Crolla Acea, con una flessione del 2,89%.

Vendite a piene mani su Salini Impregilo, che soffre un decremento del 2,45%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari chiude con il segno meno in fondo agli Eurolistini