Piazza Affari chiude bene con le altre borse aspettando la Yellen

(Teleborsa) – Piazza Affari e le altre euroborse chiudono in buon rialzo la prima seduta della settimana, confortate dall’andamento positivo di Wall Street, in attesa del discorso del numero uno della Fed, Janet Yellen in programma stasera. Un intervento che rappresenta un elemento chiave, dopo le incertezze generate dal pessimo dato sull’occupazione. 

A rendere timorose le borse continentali, questa mattina, aveva contribuito il deludente dato sugli ordinativi all’industria della Germania. 

Fermo l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,135. L’Oro continua la seduta sopra i livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,15%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,26%.

Sale lo spread, attestandosi a 140 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,48%.

Tra le principali Borse europee, nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, buona performance per Londra, che cresce dell’1,03%, e incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente.

Seduta positiva per il listino milanese, che porta a casa un guadagno dello 0,74% sul FTSE MIB, invertendo la tendenza rispetto alla serie di quattro ribassi consecutivi, cominciata martedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 19.357 punti. Negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,81%), come il FTSE Italia Star (-0,6%).

Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,54 miliardi di euro, in calo del 22,54%, rispetto ai 1,99 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 201.507, rispetto ai 243.014 precedenti.

Tra i 213 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 80, mentre 123 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 10 azioni.

In buona evidenza a Milano i comparti Materie prime (+4,97%), Petroliferi (+2,52%) e Beni e servizi per l’industria (+0,98%). Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti Chimici (-1,52%), Viaggi e intrattenimento (-0,93%) e Sanitario (-0,84%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano CNH Industrial, che mostra un forte aumento del 6,30%, in scia alla promozione di Goldman Sachs. 

Brillante Banco Popolare, che mostra un aumento del 5,04%, nel giorno dell’inizio dell’aumento di capitale. Incandescente anche Banca Popolare di Milano, che vanta un incisivo incremento del 3,17%. Deboli le altre banche, in particolare Unicredit, con un forte ribasso dell’1,90%.

Decolla Tenaris, con un importante progresso del 5,02%, in scia al greggio. 

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Finmeccanica, che ha archiviato la seduta a -2,12%.

Tonfo di Acea, che mostra una caduta del 3,17%, in scia al risultato elettorale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari chiude bene con le altre borse aspettando la Yellen