Piazza Affari chiude ancora in cima all’Europa

(Teleborsa) – Bilancio positivo a fine giornata per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche Piazza Affari, che chiude in cima ai listini di Eurolandia.

Senza direzione intanto l’indice S&P-500 sulla borsa a stelle e strisce, mentre gli occhi sono puntati su Jackson Hole per avere indizi importanti sui tassi USA. 

Dal fronte macro la Germania si conferma la locomotiva europea, anche se con una crescita moderata dell’economia.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,50%. Perde terreno l’oro, che scambia a 1.325,5 dollari l’oncia, ritracciando dello 0,90%. Profondo rosso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 46,53 dollari per barile, in netto calo del 3,26%.

Tra le principali Borse europee, seduta senza slancio per Francoforte, che riflette un moderato aumento dello 0,28%, Londra, mostra un calo frazionale dello 0,48%, e piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,32%.

Piazza Affari archivia la giornata con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,68%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata lunedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 18.530 punti. In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,82%), come il FTSE Italia Star (0,8%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unicredit (+8,04%) sulla possibile cessione di Bank Pekao, seguita da Salvatore Ferragamo (+1,16%) e Mediaset (+1,67%), quest’ultima sui rumors di un interesse dei cinesi per Premium.

Richiesta anche la Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+2,16%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su  Poste Italiane  e UnipolSai.

Calo deciso per STMicroelectronics, che segna un -1,02%.

Piazza Affari chiude ancora in cima all’Europa