Piazza Affari cauta insieme all’Europa

(Teleborsa) – Avvio cauto per le borse europee, con Piazza Affari che mostra un lieve rialzo.

In una giornata scarna di dati macro, gli investitori guardano ai colloqui sul commercio tra Washington e Pechino, e alle prossime mosse di politica monetaria statunitense. Oggi 22 agosto sono in uscita i verbali del FOMC. Dopo le critiche delPresidente Trump alla politica monetaria della Fed, l’attenzione è rivolta al meeting di Jackson Hole di venerdì 24 agosto, dove parlerà il numero uno della Banca Centrale americana Jerome Powell.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,157. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.193,5 dollari l’oncia. Lieve aumento del petrolio (Light Sweet Crude Oil) che sale a 66,27 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 262 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,94%.

Tra i listini europei nulla di fatto per Francoforte che passa di mano sulla parità. Si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,43%. Guadagno moderato per Parigi che avanza dello 0,23%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,22% sul FTSE MIB. Sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share che continua la seduta con un +0,23%. 

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brilla UBI Banca, con un forte incremento (+2,12%). Denaro su Telecom Italia, che registra un rialzo dell’1,21%. Bilancio decisamente positivo per Atlantia, che vanta un progresso dell’1,30%, in attesa del CdA che si aprirà alle 11.00 per parlare del crollo del Ponte Morandi a Genova. Ieri, 21 agosto si è tenuto ilCdA di Autostrade per l’Italia che ha confermato il piano da 500 milioni per il disastro di Genova, già annunciato dall’AD della controllante Atlantia, Giovanni Catellucci, sabato pomeriggio, dopo i funerali delle vittime. Buona performance per BPER, che cresce dell’1,17%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Tenaris, che continua la seduta con -1,40%.  Contrazione moderata per Saipem, che soffre un calo dello 0,61%. Sottotono CNH Industrial che mostra una limatura dello 0,44%. Dimessa Fineco, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari cauta insieme all’Europa