Piazza Affari cauta in avvio

(Teleborsa) – Avvio poco mosso per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che scelgono la cautela nel giorno in cui entrano in vigore i nuovi dazi USA sul Made in China. Dazi che preoccupano la Federal Reserve, comunque intenzionata a procedere con un nuovo rialzo dei tassi a settembre, come emerso dal Verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria.

La speranza è che la ripresa delle trattative commerciali tra Washington e Pechino possa portare ad una “tregua”, ritenuta dagli analisi quanto mai necessaria per garantire l’attuale trend di ripresa dell’economia globale.

Dal fronte macro, occhi puntati sui PMI dell’Eurozona.

Piazza Affari non si sposta dai valori della vigilia, in linea con i principali mercati di Eurolandia.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,22%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,38%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 67,74 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 267 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,01%.

Tra i mercati del Vecchio Continente nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità. Incolore anche Londra e Parigi.

Non di discosta Piazza Affari, che si adagia sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,06% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 22.963 punti. Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (+0,15%); in moderato rialzo il FTSE Italia Star (+0,23%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Tenaris (+2,08%), sostenuta dall’ultima fiammata delle quotazioni del greggio. In recupero Pirelli (+1,38%), ieri fortemente penalizzata dalprofit warningdi Continental. In serata la società ha confermato i propri target di crescita smentendo un rallentamento del mercato tyre.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca Generali, che cede lo 0,94% su prese di profitto dopo la buona performance della vigilia.

Tentenna Atlantia, che cede lo 0,77%. Moody’s ha posto sotto osservazione il rating della società e delle sue controllate.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Juventus (+2,08%) e Salini Impregilo (+1,88%), quest’ultima grazie alla nuova commessa in Polonia.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Brunello Cucinelli, che ottiene -2,57%.

Piazza Affari cauta in avvio