Piazza Affari cauta con le altre borse europee aspettando indicazioni dalla Fed

(Teleborsa) – Piazza Affari chiude una seduta cauta, in linea con i principali mercati di Eurolandia, mentre Wall Street si muove in frazionale rialzo (S&P-500 +0,19%).

Il focus resta sulle decisioni del FOMC, che non dovrebbe annunciare modifiche ai tassi, ma darà qualche delucidazione su come si muoverà nei prossimi mesi. Intanto, proprio oggi il dato sugli occupati di ADP ha confermato un mercato del lavoro in splendida forma, a due giorni dalla pubblicazione del Job Report venerdì 2 febbraio.

A Milano banche in primo piano dopo che la commissione banche ha presentato un documento di maggioranza approvato con 19 voti favorevoli e 15 contrari.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,20%. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.341,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell’1,62%, scendendo fino a 64,5 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 133 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,02%.

Tra i mercati del Vecchio Continente poco mossa Francoforte, che lima lo 0,06%, mentre scivola Londra, con un netto svantaggio dello 0,82%, e resta ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 23.492 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 25.875 punti. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (+0,16%), come il FTSE Italia Star (-0,1%).

In luce sul listino milanese i comparti Chimico (+1,53%), Immobiliare (+1,15%) e Telecomunicazioni (+0,88%). Tra i peggiori della lista di Piazza Affari, in maggior calo i comparti Costruzioni (-1,54%), Tecnologico (-0,99%) e Viaggi e intrattenimento (-0,48%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Italgas (+1,85%), dopo l’annuncio di due acquisizioni. e in un settore delle utilities complessivamente ben comprato, dove brilla anche  A2A (+0,85%).

Forti Atlantia (+0,94%) e Fineco (+0,87%).

La peggiore anche oggi è Leonardo, che scivola di oltre il 2%, sulla scia del piano presentato la vigilia.

In rosso Brembo, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,74%.

Spicca la prestazione negativa di Buzzi Unicem, che scende dell’1,62%.

UBI Banca scende dell’1,49%.

Piazza Affari cauta con le altre borse europee aspettando indicazioni ...