Piazza Affari brilla insieme al Vecchio Continente

(Teleborsa) – Seduta positiva a Piazza Affari, che si allinea alla buona giornata delle borse europee, con gli occhi degli investitori puntati alle elezioni presidenziali americane.

Sul mercato valutario, seduta positiva per l’Euro / Dollaro USA, che sta portando a casa un guadagno dello 0,78%. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.906,9 dollari l’oncia. Deciso rialzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (+1,93%), che raggiunge 37,52 dollari per barile.

Lo Spread tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco si riduce, attestandosi a +131 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,69%.

Tra i listini europei decolla Francoforte, con un importante progresso del 2,55%, in evidenza Londra, che mostra un forte incremento del 2,33%, e svetta Parigi che segna un importante progresso del 2,44%. Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo del 3,19%, consolidando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata venerdì scorso; sulla stessa linea, chiude con il vento in poppa il FTSE Italia All-Share, che arriva a 20.064 punti.

Su 399 titoli trattati in Piazza Affari, 100 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 279. Invariate le rimanenti 20 azioni.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori automotive (+4,82%), bancario (+3,52%) e beni industriali (+3,13%).

Nel listino, i settori chimico (-0,49%) e costruzioni (-0,43%) sono stati tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Ferrari (+7,06%), Pirelli (+6,00%), Leonardo (+5,49%) e Nexi (+5,14%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Prysmian, che ha terminato le contrattazioni a -0,79%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, El.En (+6,28%), De’ Longhi (+5,89%), Sanlorenzo (+4,81%) e doValue (+4,46%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Carel Industries, che ha archiviato la seduta a -4,50%.

Lettera su Cattolica Assicurazioni, che registra un importante calo del 2,66%.

Affonda Banca MPS, con un ribasso del 2,41%.

Preda dei venditori Maire Tecnimont, con un decremento dell’1,94%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari brilla insieme al Vecchio Continente