Piazza Affari brilla in cima all’Europa

(Teleborsa) – Piazza Affari chiude in cima ai principali mercati europei che dopo la buona performance della giornata perdono quota nel finale riuscendo a malapena a schivare le vendite. Il clima rimane teso mentre si guarda alle notizie di politica internazionale. Tra la Corea del Nord e Corea del Sud sembra aprirsi la strada del dialogo. Ad aprile, previsto un primo summit tra i due Paesi per discutere di cooperazione. Secondo quanto affermato da Seoul, Pyongyang si è detta pronta a sospendere i test nucleari e missilistici almeno per la durata dell’incontro. L’accordo è arrivato durante un colloquio con la delegazione sudcoreana a Pyongyang con il leader della Corea del Nord, Kim Jong Un. 

Il presidente Trump su Twitter non nega “i progressi consistenti nei colloqui con la Corea del Nord,”, ma constata che “il mondo sta guardando e aspettando! Può essere una falsa speranza, ma gli Stati Uniti sono pronti ad andare duro in entrambe le direzioni!”.

Tra gli indici di Eurolandia  Francoforte segna un rialzo dello 0,19%, Londra avanza dello 0,43% mentre Parigi cresce di un modesto +0,06%.

Sessione euforica per Piazza Affari, con il FTSE MIB che mostra un balzo dell’1,79%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, vola Telecom Italia, con una marcata risalita del 5,95% sulla possibile entrata in scena del fondo Elliot per contrastare Vivendi. Brilla Fiat Chrysler, con un forte incremento (+5,67%) dopo il miglioramento del rating da parte di Moody’s. Ottima performance per Buzzi Unicem, che registra un progresso del 4,17%. Exploit di CNH Industrial che mostra un rialzo del 2,50%. Chiude su di giri Saipem, mostrando un rialzo del 2,74%. A dare una spinta al titolo, anche Stefano Cao. L’Amministratore Delegato del gruppo durante la conference call con gli analisti ha detto di essere pronto a rilanciare l’azienda.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Luxottica -1,77% dopo aver rilevato il 67% di Fukui Megane. Tentenna Ferragamo, con un modesto ribasso dello 0,91%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Salini Impregilo (+5,70%), De’Longhi (+6,86%) dopo la promozione di Berengerg, Geox (+4,04%) e Mondadori (+4,54%), che rimbalza dopo le perdite di ieri sul risultato deludente alle elezioni di Forza Italia. Le peggiori performance, invece, si registrano su Juventus -1,08%. Giornata fiacca per Beni Stabili che segna un calo dello 0,46%.

Piazza Affari brilla in cima all’Europa