Piazza Affari bersagliata dalle vendite

(Teleborsa) – Si muove in territorio decisamente negativo Piazza Affari. Stesso andamento al ribasso anche per le principali Borse europee.

Oggi è il giorno dei dividendi con metà delle 40 società dell’indice che oggi staccano cedole per circa 8,2 miliardi di euro.

A preoccupare gli investitori di Eurolandia rimane la Grecia che stringe ancora i denti con nuove misure di austerità richieste dai creditori internazionali per ottenere in cambio una nuova tranche di aiuti prima della riunione dell’Eurogruppo che si terrà domani. 

In più a deprimere i listini ci ha pensato l’attività industriale della Zona Euro che si è attestata sul livello più basso degli ultimi 16 mesi. 

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,121. 

Tra i mercati del Vecchio Continente, soffre Francoforte, che evidenzia una perdita dello 0,76%, piccola perdita per Londra, cche mostra un calo dello 0,31%, preda dei venditori Parigi, con un decremento dello 0,97%.

Pioggia di vendite sul listino milanese, che scambia con una pesante flessione del 2,57%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share crolla del 2,26%, scendendo fino a 19.070 punti.

Best performer tra i titoli italiani più capitalizzati, A2A avanza dello 0,58%. I più forti ribassi, invece, si verificano su UnipolSai, che continua la seduta con -7,89%.

Affonda Intesa Sanpaolo, con un ribasso del 5,62%. In rosso anche Unicredit , mentre il CdA straordinario convocato per domani si appresterebbe a scegliere il successore di Federico Ghizzoni.

Brutta giornata Fiat Chrysler Automobiles, A dare una spinta al ribasso le  indiscrezioni di stampa su un possibile coinvolgimento di Fiat nel caso dieselgate dopo che Fiat Chrysler la scorsa settimana ha disertato l’incontro indetto dal Ministero tedesco dei Trasporti tedesco, dove il Ministro Alexander Dobrind chiedeva a FCA di intervenire ad un colloquio in programma sull’indagine avviata da Berlino dopo lo scandalo dieselgate sulle emissioni dei gas di scarico.

Crolla Snam, con una flessione del 5,27%.

Vendite a piene mani su Generali Assicurazioni, che soffre un decremento del 4,71%.

Piazza Affari bersagliata dalle vendite
Piazza Affari bersagliata dalle vendite