Piazza Affari avvia senza slancio insieme all’Europa

(Teleborsa) – Avvio debole per le Borse europee che seguono la scia lasciata da Tokyo. Gli investitori non si sbilanciano guardando al dibattito commerciale più che mai aperto tra USA e Cina.

All’orizzonte rimane il Consiglio Europeo che inizia oggi, 28 giugno, a Bruxelles. All’ordine del giorno figurano temi scottanti quali migrazione, sicurezza, difesa, Brexit e, ovviamente, economia e finanza.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,156. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,18%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,40%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 245 punti base.

Nello scenario borsistico europeo sostanzialmente invariato Francoforte che riporta un +0,10%. Sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,14%. Resta vicino alla parità Parigi (+0,17%).

Il listino milanese si allinea e rimane sulla parità, con il FTSE MIB che sale dello 0,17%. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share, che scambia con un+ 0,23%.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+1,35%). In salita Mediaset  che svetta sul principale listino milanese. Buon avvio per Unicredit (+1,27%) e Banca Mediolanum (+1,13%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian, che prosegue le contrattazioni a -2,39%. Sotto pressione Fiat Chrysler con un ribasso dell’1,44%. Si muove sotto la parità STMicroelectronics, evidenziando un decremento dell’1,03%. Contrazione moderata per Mediobanca che soffre un calo dello 0,55%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Hera (+2,11%), Reply (+1,88%) e Piaggio (+1,78%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Gima Tt che prosegue le contrattazioni a -3,03%. Affonda EI Towers, con un ribasso del 2,53%. Sottotono Rai Way che mostra un ribasso dell’1,54%. Dimessa Geox, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Piazza Affari avvia senza slancio insieme all’Europa