Piazza Affari avvia con un timido più. Europa al palo

(Teleborsa) – Avvio poco sopra la parità per Piazza Affari, mentre i mercati di Eurolandia non fanno passi in avanti rispetto alla vigilia.

Gli investitori italiani rimangono a guardare verso Palazzo Madama, in attesa che oggi il nuovo Governo italiano targato Giuseppe Conte chieda la fiducia in Senato.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,171. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.292,4 dollari l’oncia. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,74%.

In lieve rialzo lo spread che si posiziona a 217 punti base, con un timido incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,57%.

Tra gli indici di Eurolandia piatta Francoforte che tiene la parità. Dimessa Londra che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Senza spunti Parigi che non evidenzia significative variazioni sui prezzi.

A Milano, il FTSE MIB sale dello 0,19%. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che avvia la giornata in rialzo dello 0,18%.

In buona evidenza a Milano i comparti Tecnologico (+0,46%) e Alimentare (+0,71%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Chimico (-0,60%) e Banche (-0,05%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+3,14%), Leonardo (+1,43%), Moncler (+0,90%) e STMicroelectronics (+0,79%). Sotto la parità Enel che ha annunciato che si è chiusa con successo l’OPA su Eletropaulo.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Azimut  che prosegue le contrattazioni a -0,79%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Ascopiave (+0,67%), Fincantieri (+0,73%), Tod’s (+1,42%) e doBank (+0,89%). 

Fiacca Credem che mostra un piccolo decremento dello 0,66%.

Discesa modesta per Sias che cede un piccolo -0,37%.

Pensosa FILA, con un calo frazionale dello 0,58%.

Piazza Affari avvia con un timido più. Europa al palo