Piazza Affari, ASSOSIM: rallenta concentrazione trading su titoli del FTSE MIB

(Teleborsa) – FinecoBank è al primo posto nella classifica stilata dall’Associazione Intermediari Mercati Finanziari (ASSOSIM) sui volumi di azioni scambiati dagli intermediari associati in conto terzi su MTA, AIM Italia ed EQUIDUCT. La fintech italiana ha una quota di mercato del 25,53% ed è seguita da Intesa Sanpaolo con una quota del 12,37%, Banca Akros con l’8,98%, Equita SIM con il 6,80% e IwBank con il 5,46%. Nella classifica per numero di operazioni, FinecoBank evidenzia una quota di mercato del 22,15%, Intesa Sanpaolo del 13,56% e Banca Akros del 9,11%. È quanto si legge nel rapporto dell’associazione sul primo semestre 2021.

Dalla classifica Bonds – elaborata aggregando i volumi scambiati dagli intermediari associati in conto terzi su DomesticMOT, EuroMOT, ExtraMOT, Eurotlx ed Hi-MTF – emerge la prima posizione di Banca Akros, con una quota di mercato del 31,57%; seconda, Intesa Sanpaolo con una quota di mercato del 15,94%; terza, Invest Banca con una quota di mercato del 9,51%. Nella classifica per numero di operazioni, Banca Akros evidenzia una quota di mercato del 23,75%; Intesa Sanpaolo del 22,74%; FinecoBank del 9,85%.

Il controvalore totale degli scambi sul mercato azionario di Borsa Italiana, pari in valore assoluto a circa 311 miliardi di euro, è diminuito del 10,30% rispetto al primo semestre del 2020, mentre il numero dei contratti scambiati, pari a 43 milioni, è diminuito dell’11,19%. Rallenta la concentrazione del trading sul mercato azionario gestito da Borsa Italiana sui titoli del FTSE MIB. Infatti, la percentuale degli scambi sul principale indice è passata dall’89,20% del primo semestre 2020 all’86,60% del primo semestre 2021.

Dalle classifiche riferite ai volumi totali intermediati (conto proprio, conto terzi e matched principal) nei vari mercati gestiti da Borsa Italiana, ASSOSIM evidenzia la prima posizione di: FinecoBank su MTA, con il 6,52% del mercato, su Futures su Indice, con il 3,80% del mercato, su Mini Futures su Indice, con il 18,42% del mercato e su Micro Futures su Indice, con il 31,00% del mercato; Intesa Sanpaolo su AIM Italia, con il 18,33% del mercato, su ExtraMOT, con il 40,81% del mercato, su SeDeX, con il 27,22% del mercato, su ETFplus, con il 5,54% del mercato, su Opzioni su Indice, con il 5,95% del mercato; Banca Akros su DomesticMOT, con il 17,01% del mercato, su EuroMOT, con il 23,40% del mercato; Equita SIM su Opzioni su azioni, con il 6,97% del mercato; Intermonte SIM su Futures su azioni, con il 13,29% del mercato.

(Foto: © Antonio Truzzi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari, ASSOSIM: rallenta concentrazione trading su titoli del ...