Piazza Affari apre senza slancio come il resto d’Europa

(Teleborsa) – Piazza Affari avvia la giornata senza slancio in linea con i principali mercati di Eurolandia.

Gli investitori rimangono a guardare i colloqui sul commercio. Dopo l’intesa provvisoria sul commercio,arrivata tra Stati Uniti e Messico, hanno preso il via i colloqui USA – Canada per raggiungere un nuovo accordo per sostituire il North American Free Trade Agreement (NAFTA), mentre riguardo la Cina, il segretario statunitense al Tesoro Mnuchin ha detto: “Siamo stati molto chiari. Abbiamo bisogno di un miglior accesso al mercato cinese, di un commercio equo”. Le questioni in gioco “non saranno risolte in uno o due incontri”. Intanto, Moody’s  ha tagliato il rating di 18 banche turchea causa della crisi che sta attraversando il Paese.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,168. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,14%. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 68,51 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 280 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,17%.

Tra le principali Borse europee Francoforte è stabile, riportando un misero +0,16%. Piccolo passo in avanti per Londra che mostra un progresso dello 0,22%. Andamento cauto per Parigi che mostra una performance pari a +0,21%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che avanza dello 0,12%. Sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, Ferrari avanza dell’1,91%.  Si muove in territorio positivo Prysmian, mostrando un incremento dell’1,20%. Composta Leonardo, che cresce di un modesto +0,95%. Tonica per CNH Industrial, che mostra un rialzo dello 0,87%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Mediobanca, che ottiene -0,75%. Contrazione moderata per A2A, che soffre un calo dello 0,67%. Sottotono Telecom Italia che mostra una limatura dello 0,57%. Dimessa Snam che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Juventus (+4,98%), Gima Tt (+1,11%), Tamburi (+1,54%) e Maire Tecnimont (+1,68%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Brunello Cucinelli che avvia la seduta con -3,41%. Lettera su Technogym che registra un calo del 2,71%. Sotto pressione Piaggio che accusa un calo dell’1,31%. Scivola Fincantieri, con un netto svantaggio dell’1,22%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari apre senza slancio come il resto d’Europa