Piazza Affari apre in rosso insieme all’Europa

(Teleborsa) – Piazza Affari apre la giornata all’insegna della debolezza, in linea con i principali mercati di Eurolandia. Continuano le preoccupazioni degli investitori italiani per la nota di aggiornamento del DEF (Documento di Economia e Finanza) sul quale continuano a piovere le critiche.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,2%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.189,3 dollari l’oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 74,78 dollari per barile.

Invariato lo spread, che continua a sostare sopra i 300 punti a 303 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 3,57%. Ieri 9 ottobre il differenziale tra BTP e Bund ha raggiunto quota 315 punti ai massimi dal 2013.

Tra gli indici di Eurolandia tentenna Francoforte con un modesto ribasso dello 0,28%. Giornata fiacca per Londra che segna un calo dello 0,24%. Piccola perdita per Parigi che scambia con un -0,53%.

Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,58% sul FTSE MIB. Sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share che retrocede dello 0,62%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Generali Assicurazioni (+1, 01%) e Atlantia (+0,57%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Moncler che continua la seduta con -4,80%. Giornata no per STMicroelectronics che lascia sul tappeto una perdita del 2,9%. In caduta libera Brembo che affonda del 2,42%. Pesante Ferragamo, che segna una discesa di ben -2,11 punti percentuali.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Autogrill (+1,38%), Carel Industries (+2,82%), CIR (+2,01%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Cerved Group, che continua la seduta con -8,86%. Seduta drammatica per Tod’s che crolla del 2,83%. Sensibili perdite per Biesse, in calo del 3,23%. In apnea Technogym che arretra del 2,24%.

Piazza Affari apre in rosso insieme all’Europa