Piazza Affari apre con il segno più. FCA in pole su dati immatricolazioni

(Teleborsa) – Avvio in lieve rialzo per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, confortate dall’andamento positivo delle Borse asiatiche.
Gli investitori sembrano ormai aver digerito la guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina, anche se resta viva la speranza per un accordo commerciale tra le due potenze che possa scongiurare una ulteriore escalation.

Dal fronte macroeconomico in focus i prezzi al consumo del Regno Unito che potrebbero fornire anticipazioni sulle prossime mosse di politica monetaria della Banca Centrale inglese, mentre stamane quella del Giappone ha confermato la propria linea ultra espansiva.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,27%. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,46%. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 70,06 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 229 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,77%.

Tra le principali Borse europee Francoforte sale di un frazionale +0,3%, Londra dello 0,46%, Parigi dello 0,20%.

Il listino milanese mostra invece un +0,36% sul FTSE MIB, proseguendo la serie positiva iniziata venerdì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 23.597 punti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,22%), come il FTSE Italia Star (0,3%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori vendite al dettaglio (+1,68%), automotive (+0,98%) e viaggi e intrattenimento (+0,71%). Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti alimentare (-0,50%) e beni industriali (-0,41%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari spicca Fiat Chrysler (+1,47%) dopo i dati sulle immatricolazioni di auto in Europa.

Si muove in territorio positivo Intesa Sanpaolo, mostrando un incremento dell’1,04%. Composta Brembo, che cresce di un modesto +0,94%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian, che lascia sul parterre il 2,07% con il mercato poco convinto dalbilancio pubblicato ieri pomeriggio.

Giornata fiacca per Atlantia, che segna un calo dello 0,60%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, MARR (+2,38%), Zignago Vetro (+2,00%), Fincantieri (+1,84%) e OVS (+1,73%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su IMA, che cede lo 0,93%.

Piazza Affari apre con il segno più. FCA in pole su dati immatricolaz...