Piazza Affari allunga il passo. Bene anche le altre Borse europee

(Teleborsa) – Piazza Affari consolida i guadagni a metà seduta in un’Europa ben impostata, complice anche la buona performance dei listini asiatici.

Driver al rialzo sono oggi le attese per nuovi stimoli all’Eurozona da parte della Banca Centrale Europea in occasione del meeting del prossimo 10 marzo. A rafforzarle l’indebolimento del tasso di crescita del comparto manifatturiero dell’Eurozona, anche se il dato sulla disoccupazione ha riservato sorprese positive.

Di grande aiuto l’ultimo intervento della Banca Centrale cinese sui coefficienti di riserva obbligatori e i segnali di ripresa del petrolio.

Restano sullo sfondo i timori per un marcato rallentamento dell’economia globale e l’incertezza sulle prossime mosse di politica monetaria della Federal Reserve.

Importanti indicazioni in tal senso potrebbero arrivare con il Beige Book, la panoramica sulle condizioni economiche dei 12 Distretti in cui opera la Federal Reserve in uscita domani sera, e il Job Report USA, per il quale si dovrà attendere venerdì.

Intanto dalla Cina sono giunti gli ennesimi dati allarmanti sul manifatturiero, cosa che ha aumentato le attese per nuovi stimoli da parte di Pechino.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia a 1,087 mentre tra le commodities l’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,74%, il petrolio (Light Sweet Crude Oil) avanza dell’1,39%.

In discesa lo spread, che si porta a 127 punti base, con il rendimento del BTP decennale che cala all’1,40%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, Francoforte corre con un guadagno dell’1,65%, Londra e Parigi si accontentano di un +0,74%.

In corsa il listino milanese che mostra un balzo dell’1,62% sul FTSE MIB.

Tra i best performer di Milano, schizza in pole position Campari dopo la pubblicazione del bilancio che ha visto correre i principali indicatori di performance. La regina dei drink ha inoltre aumentato la cedola di oltre il 12%.

Ottima Atlantia su rumors secondo i quali la società sarebbe alla ricerca di nuovi soci per il 30% di Autostrade.

In luce Saipem, che continua a beneficiare di una serie di elementi positivi quali la ripresa del greggio, il finanziamento annunciato venerdì sera, il riacquisto di azioni Saipem da parte del Presidente e dell’Amministratore Delegato, la chiusura dell’aumento di capitale e la buona accoglienza riservata al bilancio. 

Torna il sereno su Banca Mps, ieri di nuovo oggetto di vendite in quanto ritenuta la big bank italian più vulnerabile a causa dell’elevata mole di crediti deteriorati.

Scalpita Fiat Chrysler Automobiles in attesa dei dati sulle immatricolazioni di auto in arrivo a Borsa chiusa. Oggi l’AD Marchionne ha escluso qualsiasi contatto con Peugeot per una eventuale alleanza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari allunga il passo. Bene anche le altre Borse europee