Piazza Affari al rialzo davanti agli Eurolistini

(Teleborsa) – Piazza Affari continua la giornata un passo avanti all’Europa che fin da stamane rimane incolore. 

All’indomani della Federal Reserve che, come ampiamente atteso, ha lasciato lo “status quo” sui tassi di interesse, invece la Bank of England ha deciso per un ritocco all’insù del costo del denaro.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,26%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.274 dollari l’oncia. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 54,21 dollari per barile

Tra le principali Borse europee resta vicino alla parità Francoforte (-0,14%), piatta Londra, che tiene la parità, e senza spunti Parigi, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,21%, mentre, al contrario, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 25.448 punti. 

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, decolla Tenaris, con un importante progresso del 6,76%. Il titolo beneficia dei risultati trimestrali diffusi ieri 1° novembre, a mercati chiusi.

In salita le banche grazie un report di Credit Suisse che mostra una visione incoraggiante nei confronti delle banche italiane. 

In evidenza BPER, che mostra un fortissimo incremento del 2,92%.

Svetta Unicredit che segna un importante progresso del 2,37%.

Si muove in territorio positivo Telecom Italia, mostrando un incremento dell’1,86%.

I più forti ribassi, invece, si abbattono su Ferrari, che continua la seduta con -1,83%, nonostante abbia rivelato dati preliminari incoraggianti con una revisione al rialzo per il 2017.

Sotto pressione Moncler, con un forte ribasso dell’1,62%.

Soffre Buzzi Unicem, che evidenzia una perdita dell’1,52%.

Preda dei venditori STMicroelectronics, con un decremento dell’1,46%.

Piazza Affari al rialzo davanti agli Eurolistini