Philip Morris, la trimestrale batte le attese

(Teleborsa) – Si muove al ribasso il titolo Philip Morris International, che scambia in calo dello 0,71%.

Il gruppo ha chiuso il terzo trimestre con un utile per azione adjusted che si è attestato a 1,42 dollari contro un EPS di 1,36 dollari stimato dagli analisti. I ricavi sono pari a 7,45 miliardi e si confrontano con i 7,28 miliardi del consensus.

Il colosso del tabacco ha rivisto al rialzo la stima sull’utile per azione adjusted, per l’anno 2020, a 5,05-5,10 dollari da 4,92-5,07 dollari della precedente guidance.

La tendenza del titolo analizzata su base settimanale mostra un andamento analogo a quello dell’S&P 100. Ciò significa che il titolo viene supportato da elementi provenienti dal mercato piuttosto che da notizie legate alla società stessa.

Il quadro tecnico di Philip Morris International segnala un ampliamento della linea di tendenza negativa con discesa al supporto visto a 76,82 USD, mentre al rialzo individua l’area di resistenza a 77,8. Le previsioni sono di un possibile ulteriore ripiegamento con obiettivo fissato a 76,35.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Philip Morris, la trimestrale batte le attese