Petrolio, WTI torna sopra 27 dollari. Trump risponde alla richiesta di aiuto dello shale oil

(Teleborsa) – Forte recupero dei prezzi del petrolio che rimbalzano al crollo dei giorni scorsi sulle aspettative di un intervento del governo americano per provare a sanare la spaccatura che si è venuta a creare tra l’Arabia Saudita e la Russia. I due paesi hanno scatenato una guerra dei prezzi, inondando il mercato di forniture, proprio mentre la pandemia da coronavirus sta rallentando la domanda.

L’amministrazione Trump potrebbe dunque soccorrere il settore oil, acquistando, attraverso il dipartimento dell’Energia statunitense, un totale di 77 milioni di barili di oro nero, al fine di accrescere le scorte di emergenza.

Parlando a Fox Business, il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, ha detto che chiederà al presidente americano Donald Trump di avanzare la richiesta di fondi al Congresso USA per fare ancora più acquisti di petrolio.

Nel frattempo, il WTI guadagna il 6,19% a 26,78 dollari al barile, dopo essere volato fino al massimo di 27,49 dolari, mentre il Brent si mostra in progresso del 5,83%, a 30,13 dollari al barile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, WTI torna sopra 27 dollari. Trump risponde alla richiesta di...