Petrolio, vertice a Vienna per l’accordo fra OPEC e Paesi non membri

(Teleborsa) – Giornata cruciale oggi 10 dicembre per il mercato petrolifero: l’OPEC si riunirà nuovamente a Vienna per trovare la quadra con i Paesi esterni al cartello sui tagli produttivi annunciati a fine novembre, per riallineare il mercato e far risalire il prezzo del greggio.

Nella capitale austriaca si riuniscono i delegati del cartello, assieme al Ministro dell’energia russo Novak, per stabilire le quote di riduzione.

A fronte di un taglio produttivo in capo all’OPEC di 1,2 milioni di barili, ai produttori esterni al cartello si chiede un taglio pari almeno alla metà di questo quantitativo (600 mila barili al giorno). Il principale sacrificio dovrebbe essere quello della Russia, da cui si attende un taglio di ben 300 mila barili. 

Il petrolio ha chiuso la settimana in frazionale rialzo, proprio in vista di questo appuntamento cruciale e dopo il rally messo a segno nelle ultime settimane. Il Brent quota oltre 54 dollari al barile, mentre il WTI statunitense circa 51,5 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, vertice a Vienna per l’accordo fra OPEC e Paesi non me...