Petrolio sotto i 60 dollari al barile per la prima vola da inizio anno

(Teleborsa) – Non si arrestano le vendite sul petrolio, che scivola sotto i 60 dollari al barile per la prima volta da inizio anno.

Il West Texas Intermediate (WTI) sta cedendo quasi 2 dollari a 59,30 dollari al barile, mentre il Brent arretra di 1,84 dollari a 62,97 dollari al barile.

Pessimo anche il bilancio settimanale: il WTI potrebbe chiudere l’ottava con un calo dell’8%, la maggior perdita da marzo dello scorso anno.

A scatenare la fuga degli investitori la crescita della produzione degli Stati Uniti ma anche il recente sell-off dell’azionario, che ha contribuito ad aumentare il nervosismo degli investitori.

A concorrere alle vendite potrebbe contribuire anche qualche presa di profitto, dato che di recente il Brent aveva guadagnato quota 70 dollari al barile.

Petrolio sotto i 60 dollari al barile per la prima vola da inizio ...