Petrolio sempre più a fondo. Il Brent naufraga sotto i 39 dollari

(Teleborsa) – Continuano a scivolare le quotazioni internazionali del greggio, nonostante l’OPEC e l’Agenzia Internazionale dell’Energia, abbiano preventivato una riduzione dell’offerta nel 2016. 

Oggi, l’Aie ha annunciato per il 2016 un rallentamento della crescita della domanda di petrolio a causa dei tagli dei Paesi esterni all’OPEC, confermando le previsioni formulate ieri dal cartello dei produttori di greggio. 

Sul mercato americani Nymex, il contratti di gennaio sul Light crude scambia a 36,27 dollari al barile, in ribasso dell’1,25%. Peggio fa il Brent, che scivola di quasi il 2% a 38,98 dollari al barile, minimo degli ultimi 7 anni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio sempre più a fondo. Il Brent naufraga sotto i 39 dollari