Petrolio, scorte in aumento oltre attese ma prezzo va giù

(Teleborsa) – Aumentano più del previsto le scorte settimanali di greggio in USA. Secondo l’EIA, divisione del Dipartimento dell’Energia americano, le scorte di petrolio, negli ultimi sette giorni al 31 gennaio 2020, sono salite di 3,4 milioni contro un consensus che prevedeva un aumento di 2,8 milioni di barili.

Gli stock di distillati hanno registrato un calo di 1,5 milioni a 143,2 MBG, contro attese per un livello quasi invariato, mentre le scorte di benzine hanno registrato una variazione marginale (-0,1 mln) a quota 261,1 MBG (era atteso +2,5 milioni).

Le riserve strategiche di petrolio restano ferme a 635 MBG.

Sale però il prezzo del greggio per effetto dei rumors che parlano di un vaccino per il Coronavirus. Il contratto sul Light Crude statunitense scambia a 51,25 dollari al barile, in rialzo del 3,3%, mentre il Brent registra un incremento dello 3,2% a 55,70 dollari.

(Foto: Norwegian Petroleum Museum CC BY 3.0)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, scorte in aumento oltre attese ma prezzo va giù