Petrolio reagisce male dopo scorte USA in aumento

(Teleborsa) – In salita le scorte settimanali statunitensi di greggio balzo delle benzine e distillati

Secondo l’EIA, divisione del Dipartimento dell’Energia americano, le scorte di petrolio nella settimana all’ 8 gennaio 2106 sono risultate in crescita di 0,2 mln a 482,2 mbg.  Il dato è  molto inferiore alle attese del mercato che  avevano previsto per il petrolio una salita ben più marcata a 2,5 mln di barili.  In salita anche i distillati sono aumentate di 6,1 mln a 165,6 mbg, mentre le attese erano pari a 1,9 mln di barile, e quelle di stock di benzine salgono di 8,4 mln di barili a 240,4 mbg, contro attese di 2,7 mln.

Le riserve strategiche di petrolio restano stabili a 695,1 mbg. 

Immediata la reazione del petrolio che continua ad accusare l’eccessiva offerta sul mercato e che in questi ultimi giorni ha raggiunto minimi degli ultimi dodici anni, tanto da indurre l’ OPEC a preannunciare un vertice straordinario.

Il prezzo del Light Crude mostra un ribasso del 1,27% a 31,12 dollari al barile mentre il Brent scivola dell’1,49% a 30,44 dollari al barile.

Petrolio reagisce male dopo scorte USA in aumento