Petrolio, prezzi in rialzo. Effetto escalation tensioni Libia

(Teleborsa) – Le tensioni geopolitiche tornano a svolgere un ruolo determinante sull’andamento del prezzo del petrolio. Il caos libico che mette a repentaglio la produzione di greggio nordafricana sta innescando un’impennata delle quotazioni di oro nero.

Il Brent londinese, in particolare, sta salendo oltre 70 dollari al barile, rivedendo così i livelli massimi da inizio anno. Il WTI americano registra un rialzo dello 0,4% a 63,34 dollari.

Cosa sta succedendo in Libia? Si contano decine di vittime negli scontri tra le truppe del maresciallo Khalifa Haftar e l’esercito del Premier Fayez al Sarraj, capo del governo riconosciuto dalle Nazioni Unite e dall’Italia, con sede a Tripoli. La crisi libica è in corso da molti mesi, ma si è aggravata da giovedì 4 aprile, quando le Forze armate libiche di Haftar hanno iniziato l’avanzata verso Tripoli per conquistarla.

Petrolio, prezzi in rialzo. Effetto escalation tensioni Libia