Petrolio più caro. Il Dipartimento dell’Energia USA alza le stime

(Teleborsa) – L’Energy Information Administration (EIA) che si occupa di formulare previsioni per il Dipartimento dell’Energia americano, ha rivisto al rialzo le stime sul prezzo del petrolio, sia per la qualità WTI (nordamericana che per il Brent (qualità nordeuropea).

L’agenzia governativa, nel consueto rapporto mensile sul mercato energetico, ha previsto che il prezzo medio del WTI salirà a 34,60 dollari al barile quest’anno, contro i 34,04 dollari precedentemente indicati. Parallelamente, la stima sul prezzo del Brent è stata portata a 34,73 dollari al barile da 34,28 dollari. Nel 2017, sia i prezzi del WTI sia quelli del Brent sono attesi in media a 40,58 dollari.

Sui mercati, il future sul Light crude WTI, con consegna maggio, avanza del 3,54% a 41,79 dollari, mentre il Brent sale del 3,78% a 44,44 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio più caro. Il Dipartimento dell’Energia USA alza ...