Petrolio, Opec e Russia puntano a stabilità sostenibile

(Teleborsa) – L’Opec ed i suoi alleati ribadiscono l’intenzione di “ribilanciare il mercato” e di “puntare a una stabilità sostenibile”. Il segretario generale dell’Organizzazione, Mohammad Barkindo ha fatto sapere che le decisioni che verranno prese nella prossima riunione in programma il 30 novembre e il 1° dicembre spingeranno i prezzi del petrolio, rafforzando di fatto le attese di un rinvio dell’aumento delle quote di produzione previsto a partire da gennaio.

Una scelta caldeggiata anche dalla Russia che già avrebbe suggerito di rinviare l’incremento produttivo di tre mesi.

Continuiamo a vedere venti contrari” – ha detto Barkindo – spiegando che “la domanda è in ripresa, così come la ripresa economica globale, ma a una velocità molto bassa”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, Opec e Russia puntano a stabilità sostenibile