Petrolio, nulla di fatto dell’OPEC a Vienna su estensione tagli

(Teleborsa) – All’interno dell’OPEC non c’è chiarezza se i tagli produttivi dovranno essere estesi. Al vertice fra paesi OPEC e non-OPEC, in calendario oggi a Vienna, non è stata presa alcuna decisione sull’estensione dei tagli, sia in termini quantitativi che in termini temporali, con una scadenza che resta fissata a fine marzo 2018.

Partecipanti al meeting, il Ministro del Kuwait, Issam Almarzooq, ha detto che “non c’è motivo di aumentare i tagli alla produzione” e che “siamo sulla giusta strada” dopo che le scorte sono state drenate in modo massiccio.

Cauto anche il ministro energetico russo, Alexander Novak, il quale ha dichiarato che “è troppo presto” per parlare di una estensione e che bisogna implementare i tagli già prestabiliti ed iniziare a “lavorare su una strategia futura”. 

Intanto, il prezzo del petrolio oggi è in rialzo a Londra, dove il Brent guadagna lo 0,5% a 56,7 dollari al barile, mentre resta fermo il Light crude americano, che scambia a new York a 50,55 dollari al barile.

Petrolio, nulla di fatto dell’OPEC a Vienna su estensione t...