Petrolio, l’OPEC stima una domanda mondiale in crescita nel 2017

(Teleborsa) – L’OPEC stima una richiesta mondiale di greggio di 1,27 milioni di barili al giorno, fino a quota 96,32 milioni di barili di media, nel 2017.

E’ quanto emerso dal report del cartello guidato dall’Arabia Saudita secondo cui la produzione dell’organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio è scesa di 18.000 barili al giorno a 31,73 milioni. La produzione mondiale è calata di 0,41 mbg su mese a 95,81 mbg. Nei paesi non OPEC l’output è atteso in aumento di 0,95 milioni di barili al giorno, quest’anno, ovvero 0,37 milioni in più rispetto alla previsione di aprile.

I dati, diffusi nei giorni scorsi dall’EIA, hanno confermato una forte erosione settimanale delle scorte statunitensi di petrolio e superiore alle stime di mercato.

Intanto i prezzi del petrolio continuano a muoversi al rialzo: il future sul Brent viaggia sull’ICE di Londra a 51,07 dollari al barile mentre il WTI statunitense passa di mano a 47,83 dollari. 

Ieri, Bank of America Merrill Lynch ha ridotto la stima per l’anno in corso da 61 a 54 dollari al barile mentre sul 2018 la guidance passa da 65 a 56 dollari.

Gli investitori guardano al prossimo vertice OPEC, in calendario il 25 maggio a Vienna, dove si discuterà se confermare il taglio all’output di petrolio nella seconda metà dell’anno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, l’OPEC stima una domanda mondiale in crescita nel 201...